mobile-payment-apple-pay

Apple Pay alla conquista di negozi, app e siti web!

In Italia è da poco arrivato Apple Pay, il sistema di pagamento tramite iPhone lanciato qualche anno fa negli Stati Uniti che vede tra i partners nomi quali Unicredit, Carrefour Bank, Mediolanum, American Express e molti altri in arrivo.

Per capire le tendenze dei pagamenti digitali è necessario analizzare questi numeri:

  • nel 2016 gli italiani hanno pagato con carta ben il 24% dei loro acquisti
  • 190 miliardi di euro sono stati guadagnati grazie a transazioni online con carta di credito con un incremento generale dei pagamenti digitali del 9% rispetto all’anno precedente

Come funziona Apple Pay?

Semplice, il tuo iPhone si trasforma in una vera e propria carta di credito. Basta avvicinare il telefono al POS contactless e utilizzare l’impronta digitale per effettuare il pagamento. Questo servizio è disponibile dall’iPhone 6 in poi e con Apple Watch. Inoltre è possibile impiegarlo per i pagamenti all’interno di alcune APP e in appositi siti web compatibili, con il sensore di impronte digitali presente nei nuovi MacBook o per i modelli precedenti l’identificazione avviene con il touch ID dell’iPhone.

 

Apple Pay

 

Per quanto riguarda la questione sicurezza, se si perde il telefono o l’apple watch sarà possibile disattivarli a distanza con la funzione “Trova iPhone” e se si cambia cellulare le carte di credito possono essere riconfigurate. Inoltre nel momento del pagamento i dati della carta non vengono memorizzati sul dispositivo e sui server apple, e neppure condivisi con i commercianti. Apple Pay non archivia i dati sulle transazioni che possono essere ricollegati all’utente che però, per comodità, potrà rintracciare i suoi acquisti più recenti nel proprio “Wallet”.
Apple Pay può essere usata ovunque sia presente un POS contactless. Tra i partners dove è possibile utilizzare Apple Pay troviamo: Esselunga, Sephora, La Gardenia, Limoni, La Rinascente, OVS, H&M, Media World e Unieuro. Tra le app e i siti già compatibili citiamo: Deliveroo, Booking.com, Saldi Provati, Lanieri.

Potrebbe interessarti anche

fast-fashion-ecommerce

Fast Fashion: i siti E-Commerce battono i brand di lusso

Secondo una ricerca condotta da SEMrush e pubblicata da Wwd, i siti e-commerce del Fast Fashion hanno ottenuto nel 2017 un maggior traffico rispetto alle grandi firme della moda. H&M, Asos e Zara occupano rispettivamente i primi tre posti della cla…

Leggi ora
mobile-payments

e-Payments: numeri, trend e prospettive future

I metodi di e-payments si stanno diffondendo sempre di più non solo nell’E-Commerce ma anche all’interno dei retail. Gli utenti apprezzano queste tipologie di pagamento in mobilità perché riscontrano la facilità e la sicurezza nell’effettuare i propri…

Leggi ora
pinterest

Pinterest: una vetrina importante per il tuo business online!

Sfruttare Pinterest per l’E-Commerce è interessante per chi vuole vendere online. Non a caso le immagini sono fondamentali in una strategia per promuovere il tuo negozio sul web. In realtà è proprio grazie alle bacheche di questo social network, e alla…

Leggi ora
A/B test

A/B test: una vera e propria strategia per l’E-Commerce

L’A/B test può rientrare all’interno di una vera e propria strategia di business per prendere decisioni partendo dai dati. Moltissimi, sempre di più, sono i brand che utilizzano l’A/B test per aumentare le conversioni sui siti E-Commerce e migliorare l…

Leggi ora
admin

About admin